VERBALE ASSEMBLEA GENERALE 25 maggio 2013

 

Vengono nominati come Presidente dell'Assemblea: Ivan Ferrara, in qualità di Segretario verbalizzante: Luciana Raineri.

Il Presidente dell'Assemblea constatata la regolarità della convocazione e il numero dei presenti, dopo un ringraziamento agli intervenuti, da inizio all'Assemblea passando al primo argomento all'OdG cioè la Relazione del Presidente del CD relativa all'anno 2012.

Considerata la scarsità delle presenze il presidente Brunetta sottolinea l’importanza di questi momenti assembleari dove si possono portare i problemi che purtroppo invece vengono discussi nei corridoi.

Una delle principali attività dello scorso anno è stata la discussione a vari livelli per i problemi causati dall’improvviso flusso di pazienti a seguito dell'accorpamento dell’ambulatorio di Ematologia e per la carenza ormai cronica del personale infermieristico, che si è accentuata in maniera evidente con la nuova situazione creatasi al Centro della Microcitemia.

Ottenuti a fatica i locali attigui per poter distribuire i pazienti che ormai erano affollati in un unico locale.

Recentemente si è svolto in Regione un incontro con l’Assessore Regionale alla Salute Claudio Montaldo per discutere la situazione e chiarire le intenzioni della Regione rispetto ai problemi concreti del Centro e per capire una eventuale strategia regionale relativa alla situazione dell'ematologia ligure. All'incontro è stato invitato anche il DG del Galliera, Adriano Lagostena, il quale ha ribadito il proprio impegno alla risoluzione di quelle problematiche evidenziate dall'Associazione che rientrano nel campo del fattibile per l'ospedale, il quale purtroppo lamenta carenze economiche che rientrano in un più ampio discorso di sanità nazionale. Per rispondere alla carenza del medico in organico ed in considerazione della non concessione della deroga regionale di autorizzazione all'acquisizione di un medico in più, si è definito il rientro della D.ssa Martina Lamagna, già operativa al centro qualche anno fa, che tornerà in servizio nel mese di settembre. Per quanto riguarda le altre problematiche sollevate: logistica e carenza infermieristica, il dott. Lagostena ha chiesto tempo perchè venga terminato un monitoraggio in corso al Galliera tendente ad identificare le situazioni di maggior criticità e trovare idonee soluzioni. La questione infermieristica è una carenza a livello dell'interno ospedale ma la promessa è quella di maggior attenzione soprattutto in virtù delle tante attività che comportano un elevato rischio clinico.

L'Associazione ha ribadito che il Centro porta avanti diversi studi e ricerche che attualmente sono in grave difficoltà a causa dei tagli economici ma che ultimamente questa carenza di personale ha portato anche ad un taglio di talune prestazioni che per i pazienti sono indispensabili. L'Associazione ha investito nel centro e nella sua struttura parecchi soldi ed è intollerabile che tutto questo rischi di essere vanificato.

Comunque il rientro del medico atteso darà modo di riprendere quegli esami fondamentali che erano stati sospesi .

Anche se è difficile vedere i risultati, se i progressi non sono rapidi come molti desidererebbero, l’Associazione lavora continuamente per riuscire a dialogare con le Istituzioni e solitamente riesce ad ottenere ascolto e soluzioni

Dopo la nomina dell'attuale Consiglio Direttivo è stato costituito un “Comitato di Solidarietà “ che si occupa di vari casi fra i nostri pazienti supportando necessità pratiche e burocratiche di chi lo richiede o viene segnalato dallo staff infermieristico. All'interno di questo è stata coinvolta un'infermiera che ha il compito di avere un occhio di riguardo a determinati bisogni per poterli segnalare e collaborare concordando il possibile aiuto che il Comitato può dare. Per necessità economiche vengono utilizzati i contributi economici derivanti dal 5 per mille.

A questo proposito il presidente Brunetta sottolinea come il lavoro e tutto il tempo che alcune persone mettono a disposizione dell'Associazione (Direttivo – Comitato – Segreteria – Sito – ecc.) potrebbe almeno essere ripagato da tutti gli altri con una poco impegnativa presenza richiesta per l'Assemblea Generale una sola volta durante l'anno.

Si è ridotto l'impegno per il Marocco da parte dell'Associazione perchè è stato coinvolto il T.I.F. che è intervenuto potendo svolgere un lavoro di contatti anche a livello governativo. Resta l'impegno di Brunetta che come delegato TIF periodicamente va in Marocco per seguire l'andamento della nuova associazione e supportarla praticamente. Resta l'appoggio ad Ayoub (dopo l'arrivo del quale era partito il progetto) per il viaggio annuale in Italia presso il nostro Centro che continua a seguirlo.

Si passa adesso all'analisi del bilancio sociale dell'anno 2012 durante il quale vengono ancora puntualizzate alcune attività e si scende nello specifico delle voci di spesa e delle entrate che si sono incrementate nel corso dell'anno. Al termine dell'esposizione e della risposta ad alcune domande, il presidente dell'assemblea mette a votazione per alzata di mano. Il Bilancio viene approvato all'unanimità e senza astenuti.

Rispondendo alla richiesta di essere aggiornati potendo ricevere le copie dei verbali dei direttivi si ricorda che nel corridoio del Centro esiste una bacheca dove vengono affissi i verbali di tutte le riunioni oltre ad avvisi utili ai pazienti.

Tra le molte attività che vengono effettuate durante l'anno e che magari non trovano riferimento nel bilancio per quanto comportino comunque disponibilità di persone e notevole tempo dedicato citiamo la definizione e la messa in rete del nuovo sito associativo (www.althonlus.org) puntualmente aggiornato da Silvana Gurzeni e Gaetano Previtera che si sono resi disponibili a gestirlo. Attraverso il sito si sta pensando di divulgare una newsletter, trimestrale, che già in passato era stata avviata ma il lavoro si era poi interrotto per mancanza di tempo per la sua gestione. L'idea è comunque quella di attivare un canale di informazione più fruibile in rete, oltre alla bacheca cartacea al Centro.

Al termine dell'assemblea per gli adempimenti formali di approvazione del bilancio, il presidente dell'Assemblea ringrazia i partecipanti e lascia la parola a Giacomo Robello, coordinatore infermieristico del Centro che presenta le attività dello stesso evidenziando i punti di forza e le situazioni di criticità dovute, per lo più, alla mancanza di personale ma comunica che grazie all'azione dell'Associazione dal prossimo lunedì 27 maggio prenderà servizio una nuova infermiera che viene così a coprire il vuoto creatosi. Continuando

nella sua esposizione informa i pazienti in merito alle procedure di prenotazione ed esecuzion degli esami di controllo, della gestione delle terapie trasfusionali e delle dinamiche interne al Centro per quello che riguarda il rapporto tra il personale ed i pazienti afferenti.

Al termine dell'esposizione, molto interessante e puntuale, il presidente del CD sottolinea alcuni dei passaggi riferiti soprattutto alle richieste da parte dei pazienti per lo spostamento di visite ed appuntamenti programmati che mettono in difficoltà la gestione quotidiana del Centro sollecitando a limitare al massimo e solo per situazioni assolutamente indispensabili questo genere di richieste.

Alle ore 12.45, dibattuti gli argomenti all'OdG il presidente ringrazia i partecipanti e Giacomo Robello e dichiara chiusa l'assemblea.

Il Segretario Il Presidente

Luciana Raineri Ivan Ferrara